Monitoraggio e controllo energetico

Browse

Monitoraggio e controllo energetico

Per monitoraggio energetico si intende il sistema che permette di misurare qualsiasi grandezza o vettore energetico attraverso l’uso di sensori e strumenti di misura che sono in grado attraverso sensori e strumenti di misura di ottenere informazioni riguardo l’area d’interesse, di salvare e visualizzare i dati per analizzare ed attuare eventuali strategie energetiche.

L’attività di monitoraggio e controllo, è alla base del riscontro dei progressi e dei perfezionamenti realizzati in azienda a seguito degli interventi pianificati.

 

La storicizzazione delle informazioni e dei risultati delle analisi e delle diagnosi permette di prendere decisioni coerenticon lo scopo di perseguire ed ottenere continui risultati di miglioramento e di prestazioni.

A tal fine, è necessario avere un’idea precisa sul:

  • risparmio ottenuto;
  • tempo di ritorno di un investimento;
  • quantificazione del guadagno eventuale;
  • pianificazione di un intervento futuro.

Sono presenti sul mercato, dispositivi per il monitoraggio delle aziende, attraverso cui è possibile controllare tutti i dispositivi che per funzionare hanno necessità di energia. Ci sono, infatti, dei dispositivi da inserire nel quadro elettrico, che permettono di verificare e controllare i consumi elettrici collegati.

Il monitoraggio deve diventare uno strumento essenziale per l’azienda. Solo con esso è possibile monitorare i processi produttivi, conoscerli, modificarli e migliorarli, in termini di produzione, risparmio, razionalizzazione e ottimizzazione.

È compito dell’azienda definire i criteri operativi per l’attuazione dei processi energetici, per la manutenzione degli impianti, delle attrezzature, degli edifici, indicando i metodi di controllo utilizzati. A tal proposito, è necessaria l’adozione di una procedura aziendale, che stabilisca la correttezza dei comportamenti e delle azioni, definisca i criteri o i parametri da seguire e individui chiaramente le non conformità. A ciascuna non conformità potranno essere associate azioni correttive ben definite. I controlli e le azioni correttive consigliate sono:

  • monitoraggio;
  • valutazione e rispetto delle prescrizioni aziendali;
  • audit interno al sistema di gestione ambientale;
  • controllo delle registrazioni.

È necessaria una attività di registrazione e schedulazione di tutti i controlli effettuati e delle azioni dovute alla non conformità rilevate dagli stessi controlli, come strumento di ausilio alla programmazione degli interventi manutentivi e all’analisi dei trend di funzionamento, delle curve di guasto delle apparecchiature e correttezza delle procedure applicate.

Per maggiori informazioni, si consulti il sito internet dell'Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente

Aggiornato il 16/06/2020