Bando territoriale “Competitività per le MPMI (NI T1) dell’Anglona-Bassa Valle del Coghinas e Coros per la gestione e l’utilizzo a fini sociali degli immobili individuati nei Comuni di Bulzi, Sedini e Santa Maria Coghinas"

Browse
Oggetto del bando

La finalità del Bando è favorire il sostegno agli investimenti materiali e immateriali per le imprese che propongono attività di inclusione sociale, in raccordo con l'intervento di recupero funzionale e riuso di immobili destinati ad attività sociale, individuati nell’ambito del Progetto di Sviluppo Territoriale (PST) “Anglona-Coros, Terre di tradizioni” nei comuni di Sedini, Bulzi, Santa Maria Coghinas.

Oggetto del Bando è il sostegno ai Piani di creazione e sviluppo d'impresa, da realizzarsi negli immobili di cui sopra, costituiti da una o più delle seguenti tipologie di spesa:

- Investimenti produttivi (IP)

- Servizi (S)

- Formazione (F)

- Spese gestione (SG)

- Capitale circolante (CC)

Spese ammissibili
Investimenti produttivi (IP), Servizi (S), Formazione (F), Spese gestione (SG), Capitale circolante (CC)
Macrosettore
Servizi
Data di scadenza dell'agevolazione
Soggetti ammissibili

Possono presentare la domanda le nuove imprese come di seguito definite:

- le persone fisiche che intendono avviare una ditta individuale;

- le società e le ditte individuali già costituite da meno di cinque anni inattive o operative con ricavi da vendite o prestazioni di servizi non antecedenti all’esercizio finanziario 2017.

Sono ammessi i piani relativi ai settori produttivi indicati nelle seguenti sezioni o divisioni individuate sulla base della classificazione economica ATECO 2007, orientati a favorire il rilancio e lo sviluppo del territorio sulla base del Progetto di Sviluppo Territoriale (PST) “Anglona-Coros, Terre di tradizioni” e specificamente collegati ad attività inclusione sociale, in raccordo con l'intervento di recupero funzionale e riuso di immobili destinati ad attività sociale, individuati nei comuni di Bulzi, Sedini e Santa Maria Coghinas:

(Q) SANITA' E ASSISTENZA SOCIALE

87.30.00 Strutture di assistenza residenziale per anziani e disabili;

88.10.00 Assistenza sociale non residenziale per anziani e disabili;

88.91.00 Servizi di asili nido; assistenza diurna per minori disabili.

Progetti finanziabili

Sono ammessi i piani relativi ad attività di inclusione sociale da realizzarsi esclusivamente negli immobili individuati nell’ambito del Progetto di Sviluppo Territoriale (PST) “Anglona- Coros, Terre di tradizioni” resi disponibili dalle Amministrazioni comunali di Bulzi, Sedini e Santa Maria Coghinas, in raccordo con gli interventi di recupero funzionale e riuso previsti per tali strutture.

Gli immobili destinati a finalità sociale sono i seguenti:

- Edificio storico da adibire a centro diurno intergenerazionale - Comune di Bulzi;

- Ex struttura scolastica da adibire a comunità alloggio per anziani - Comune di Sedini;

- Edificio denominato Ex-Esmas - Comune di Santa Maria Coghinas.

Oggetto dell'intervento è un Piano di sviluppo d'impresa organico e funzionale, finalizzato alla realizzazione di attività di inclusione sociale attraverso la gestione degli immobili di cui sopra.

Gli interventi pervisti dal Piano devono essere coerenti con la seguente azione del POR FESR Sardegna 2014-20:

Azione 3.7.1 - Sostegno all’avvio e al rafforzamento di attività imprenditoriali che producono effetti socialmente desiderabili e beni pubblici non prodotti dal mercato

Il valore massimo del piano oggetto di aiuto (spese ammissibili), al netto di IVA, è di euro 800.000, l’ammontare massimo di contributo a fondo perduto è di euro 150.000 per ciascun immobile oggetto di intervento. 

Il valore del piano può superare i massimali qualora siano presenti ulteriori spese necessarie per rendere il piano organico e funzionale alla realizzazione dell’intervento. Per le spese eccedenti, che sono sempre considerate non ammissibili all’aiuto e al Fondo Competitività, deve essere comunque indicata la copertura finanziaria.

Agevolazione concessa

Per la realizzazione del Piano sono previsti:

- una sovvenzione a fondo perduto (contributo), concesso ai sensi dell’articolo 22 del Reg. (UE) n. 651/2014, nella misura massima del 50% calcolato sul valore del Piano ammesso al netto del capitale circolante;

- un finanziamento pubblico a condizioni di mercato e/o finanziamenti a condizioni privilegiate nelle seguenti modalità:

  • Finanziamento pubblico diretto, a condizioni di mercato, fino al 50% del valore del piano per la creazione di impresa o sviluppo aziendale con il Fondo Competitività; 
  • Finanziamento fino al 100% del piano presentato sulla base dell’Accordo di collaborazione tra la Regione Autonoma della Sardegna e la Commissione regionale ABI della Sardegna per agevolare gli investimenti nell’ambito della Programmazione Unitaria 2014-2020 e del POR FESR Sardegna 2014-2020.

La copertura finanziaria del piano al 100%, deve essere attestata con idonea documentazione in sede di domanda, pena il rigetto della domanda, e comprovata prima dell’adozione del provvedimento di concessione provvisoria, pena la decadenza della domanda. La copertura finanziaria può avvenire a scelta dell’impresa proponente con una o più delle seguenti modalità:

- Mezzi propri e/o finanziamenti di terzi, compresi gli investimenti coperti con il leasing, in una forma priva di qualsiasi sostegno pubblico, in misura obbligatoria non inferiore al 25%;

- Finanziamenti di terzi, compresi gli investimenti coperti con il leasing, a copertura del fabbisogno finanziario;

- Finanziamento del Fondo Competitività, che può intervenire nella misura massima del 50% del fabbisogno finanziario.

La sovvenzione a fondo perduto è annoverabile tra le fonti per la copertura finanziaria del piano nel limite della quota erogabile in corso di realizzazione dell’intervento.

Termini

Le domande possono essere presentate dalle ore 12:00 del 16/04/2019.

Il caricamento e validazione delle stesse potranno effettuarsi dalle ore 10:00 del 15/03/2019 fino al 16/05/2019

Spese ammissibili

Il piano può comprendere Investimenti produttivi (IP), Servizi (S), Formazione (F), alcune tipologie di Spese di gestione (SG) e Capitale circolante (CC). 

Di seguito è indicata la percentuale della singola voce di spesa rispetto al valore complessivo del piano o il valore massimo nel caso di Spese gestione: 

Investimenti produttivi (IP)– 100% Max sul totale del valore del piano (le spese per opere murarie sono ammesse sino ad un massimo del 30% delle spese per investimenti produttivi)

Servizi (S)- 30% Max sul totale del valore del piano

Formazione (F)- 30% Max sul totale del valore del piano

Spese gestione (SG)- 100% Max sul totale del valore del piano fino ad un massimo 

Capitale circolante (CC)- 20% Max sul totale del valore del piano

Procedura

La domanda deve essere presentata entro i termini stabiliti dall’Avviso utilizzando esclusivamente l’apposito sistema informatico disponibile della Regione Autonoma della Sardegna ai seguenti indirizzi: 

-  www.regione.sardegna.it 


-  www.sardegnaprogrammazione.it. 


La domanda di accesso si compone della seguente documentazione: 

-  modulo di domanda predisposto dal sistema informatico Sipes; 


-  allegati obbligatori indicati come da bando.


In particolare è richiesto al proponente di accedere alla specifica sezione del sistema SIPES, individuare il bando a cui intende partecipare, compilare le sezioni richieste, allegare la modulistica compilata (reperibile sul sito internet della Regione Autonoma della Sardegna), la documentazione obbligatoria (es. preventivi e bilanci) e procedere alla registrazione. 


All’atto della registrazione viene inviata all’indirizzo PEC indicato dal proponente la conferma dell’avvenuta registrazione e un codice di convalida da utilizzare per la successiva presentazione entro i termini indicati dall’Avviso. La presentazione si completa solo con l’inserimento del codice di convalida, che determina l’ordine di avvio ad istruttoria. Il mancato inserimento del codice di convalida entro i termini di chiusura del bando determina la decadenza della domanda. 


Le domande possono essere presentate fino al 30/06/2019 salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse, che verrà comunicata dall’Amministrazione Regionale sul sito istituzionale e di cui ne verrà data notizia sul portale SardegnaImpresa. 


Criteri di valutazione

La valutazione si intende positiva se viene raggiunta la soglia minima di punteggio di 88:

44 puntinella verifica Priorità trasversali e Valutazione tecnico-economico-finanziaria

- 20 puntinella Valutazione di coerenza programmatica con il POR Sardegna 2014-20 Azioni 3.7.1 

- 20 puntinella coerenza programmatica con l’Accordo di Programma Quadro Progetto di Sviluppo

Territoriale (PST) “Anglona-Coros, terre di tradizioni” 

Dotazione finanziaria
La dotazione complessiva del bando è di euro 450.000, suddivisa tra il bando NI T1 – T1